Seguici su Facebook

 

Seguici su

Facebook
Twitter
Googleplus
Youtube
Rss
Flickr

Chi volesse aiutare la nostra chiesa in questo momento di crisi dovuta al Terremoto può effettuare un versamento a:


Confraternita Sacre Stimmate di San Francesco

CAUSALE: OFFERTA PRO TERREMOTO
IBAN

IT88I0605513401000000018257

 

Potete segnalare il vostro nominativo con il vostro indirizzo email per permetterci di ringraziare per il vostro sostegno.

Il complesso mobile a canterani è realizzato «in radica di noce veronese » e presenta uno sviluppo lineare di 14,58 metri. Opera di Silvestro Fioravanti, venne eseguito nel 1782 e collocato a ferro di cavallo lungo le pareti nord, ovest e sud della sagrestia, per un compenso di 580 scudi. La prima di queste risulta cieca ed è completamente coperta dal mobile che si sviluppa a tutta altezza, fino all’imposta della volta; a mezzogiorno si apre invece un ampio finestrone che illumina il vano mentre a ponente è posto l’ingresso, con un importante timpano curvilineo, il cui moto ondoso sembra ripercuotersi e propagarsi sinuoso sulla sommità delle eleganti specchiature che scandiscono le superfici verticali, alternandosi alle paraste e alle 6 colonne tortili con capitello composito. Quest’ultime tra l’altro, già simbolo che rimanda alla Roma paleocristiana, sembra alludere ancora una volta all’apostolo Pietro: esse erano infatti presenti nella pergula dell’antica basilica vaticana e ad esse Gian Lorenzo Bernini fece ricorso per sostenere il baldacchino che ancora oggi si erge sulla tomba del Santo. A coronare l’intero sistema corre in sommità la trabeazione che curva con eleganza sui 4 spigoli scantonati e regolarmente aggetta in corrispondenza delle colonnine; in asse con queste e con quelli stavano delle statuette policrome (XVIII secolo), dorate e laccate, con foglia d’argento (17 x 14 x 59), 4 delle quali sono state rinvenute durante i lavori di restauro del 2012: San Pietro, raffigurato col pesce, secondo la profezia fattagli da Gesù: «Non temere; d’ora in poi sarai pescatore di uomini» (Lc 5, 10); San Paolo, con la «spada a due tagli», simbolo della «parola di Dio» (Eb 4, 12) annunciata ai gentili, entrambi posti all’ingresso, poi Sant’Andrea, con la croce decussata e San Giovanni, col Vangelo.

Ultima Foto

 

Ultimo Video

Confraternita delle Sacre Stimmate di San Francesco
Via Santa Maria della Porta, 2 - 62100 Macerata
Tel: 0733.237060